Jump to content
Sign in to follow this  
pasquale9304

Le Mie Domande Sui Miei Due Orsetti Russi

Recommended Posts

Salve ragazzi, sono nuovo del forum v.v ho comprato da qualche giorno due criceti campbell ( o almeno credo xD non dovrebbero essere WW dato che con stò freddo non hanno fatto la muta xD) eccoli insieme

http://imageshack.us/photo/my-images/40/sam8773a.jpg/

http://imageshack.us/photo/my-images/521/sam8770.jpg/

Quì invece c'è solo la femmiina v.v il maschietto è un pò timido ancora xD

http://imageshack.us/photo/my-images/268/sam8777.jpg/

Avevo già due gabbiette in pexiglass uguali di circa 40 x 30, ma ho preferito costruirgli con l'aiuto di alcuni amici un terrario in legno di 55x50x30h per farli stare più larghi e magari farli convivere più facilmente, ecco alcune foto

http://imageshack.us/photo/my-images/580/sam8759.jpg/

http://imageshack.us/photo/my-images/718/sam8760.jpg/

http://imageshack.us/photo/my-images/209/sam8761.jpg/

Dovrebbe essere dotato di tutto il necessario ma comunque vorrei comprare qualche giochino in più.

Passando alle domande che ho da farvi:

1. Il maschietto è un pò più pigro della femmina e se ne stà sempre nella tana sotto il suo mucchietto di carta igienica e trucioli...è normale o devo preoccuparmi del fatto che magari mangia poco?

2.Ho messo dei rotoli finiti di carta igienica e di carta da cucina, se li rosicchiano gli fa male o posso lasciarglieli per farli giocare?

3. Sn ancora piccoli,credo che hanno circa un mese e mezzo, magari hanno qualche giorno di differenza dato che li ho presi da due cucciolate differenti...volevo sapere se ho buone possibilità di farli convivere. Per ora non si azzuffano anzi stanno sempre raggomitolati vicini nella tana a ronfare insieme.

4.Il tipo del negozio mi ha dato un mangime che sinceramente non mi convince molto, è un mix di semi in fiocchi,è poco variegato ci saranno massimo 4 varietà di semi schiacciati e tostati...mi consigliate di cambiarlo con un mangime più variegato e magari con semi interi e non già in fiocchi? naturalmente già integro il tutto con verdure, frutta una volta a settimana e un pò di pane ogni tanto v.v

Grazie in anticipo a chi mi rispondera :)

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Alloooora:

1) Ogni criceto ha la sua personalità quindi non preoccuparti se noti differenza caratteriali: è tutto nella norma. (: Sei sicuro che mangi di meno o è solo una tua supposizione data dal fatto che non lo vedi mangiare? Magari esce dalla tana solo quando tu non ci sei e quindi non lo noti. ^^

2) I rotoli di cartona vanno benissimo e sono perfetti per aiutarli a limarsi i denti.

3) Purtroppo nella maggior parte dei casi le convivenze finiscono male, cioè con uno dei due criceti che attacca l'altro e a volte si fanno davvero MOLTO male. In più, dato che sono maschio e femmina, sappi che ti sforneranno circa una cucciolata al mese, che può andare dai 3 ai 10 cuccioli. A te le debite considerazioni. (:

4) Se ci dessi il nome del mangime potremmo consigliarti meglio. ^^

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Benvenuto a te e ai tuoi piccoli criceti! dovrebbero essere WW ( non sempre fanno la muta! I miei non l'hanno mai fatta!)

riguardo la convivenza quì sul forum ci sono quasi tutti pareri negativi perchè il criceto è un animale molto territoriale e a differenza di altri roditori non soffre la solitudine dai suoi simili. Potresti unire le 2 vecchie gabbiette in plexy con dei tubi e trasferirci il maschietto :)

I rotoli di cartone vanno benissimo!

Il cibo invece è molto importante che sia variegato e di qualità! Uno tra i migliori è il BUNNY ZWERGHAMSTER TRAUM per criceti nani! Ogni sera verdurine fresche e due volte alla settimana un po di frutta!

Non mi viene in mente nient'altro!

Girando sul forum troverai moltissimi consigli utili!

Ciaoooooo!

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Il mangime non ha un nome...lo vendeva sfuso al chilo...per quanto riguarda la convivenza ho già avuto criceti da piccolo e sò ke ne sfornano di cricetini, ma il mio pet-shop di fiducia (quello dove ho preso anche questi) accetta cucciolate dai clienti e le divide in modo molto meticoloso e quindi credo ke farò come facevo prima,ovvero li affiderò a lui. Per la convivenza quelli che avevo non litigavano anzi vivevano abbastanza pacificamente, almeno fin quando la femmina non era incinta,poi dopo la gravidanza e lo svezzamento tornavano a stare tranquilli...comunque in caso inizino a litigare già ho pronto il necessario per separarli a dovere v.v

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Se devo darti un consiglio, è proprio quello di DIVIDERLI immediatamente.. rischierebbero solo di ammazzarsi.. non sono animali fatti per vivere assieme. Inoltre ti prego di non dare i cuccioli al negozio! Non sai mai chi veramente li acquista!! Inoltre nella maggior parte dei casi i negozianti non sanno nulla sulla gestione di un criceto, ne è piena prova la vendita del cotone e altri consigli letali per la vita dell'animale..

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
Il mangime non ha un nome...lo vendeva sfuso al chilo...per quanto riguarda la convivenza ho già avuto criceti da piccolo e sò ke ne sfornano di cricetini, ma il mio pet-shop di fiducia (quello dove ho preso anche questi) accetta cucciolate dai clienti e le divide in modo molto meticoloso e quindi credo ke farò come facevo prima,ovvero li affiderò a lui. Per la convivenza quelli che avevo non litigavano anzi vivevano abbastanza pacificamente, almeno fin quando la femmina non era incinta,poi dopo la gravidanza e lo svezzamento tornavano a stare tranquilli...comunque in caso inizino a litigare già ho pronto il necessario per separarli a dovere v.v

Allora per sicurezza cambialo. Di solito i mangimi sfusi venduti al chilo sono i più scadenti. (:

Per quanto riguarda le cucciolate è bene che tu sappia che i criceti che non vengono venduti finiscono col venir abbandonati oppure venduti in blocco ad i proprietari dei serpenti che li usano come pasto vivo per i loro animali. Quindi non fidarti troppo delle rassicurazioni del negoziante perché purtroppo lui segue il suo interesse, che è quello di guadagnare soldi.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Ma scusa a parte che è ILLEGALE cedere i cuccioli al negozio... ma poi non te ne frega niente di dove andranno a finire? Li porti lì e arrivederci e grazie? Metti che finiscano in mano al bimbo di turno che ci gioca quando torna da scuola e li tiene in 30 cm di gabbia... oppure che vengano usati come regalo (indesiderato) e poi trascurati.. non ti tocca? Evidentemente c' è di peggio che finire in pasto ad un serpente. Inoltre la povera criceta non può fare cucciolate ogni 15 giorni, un periodo di pausa glielo vorrai dare?! Sappi che dopo quel periodo potrebbero non andare più ' accordo quindi la seconda gabbia è d' obbligo.

Mi spiace per il tono duro, ma queste cose nun se possono vedere!

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

se nn li separo è xkè la mia esperienza con i miei due vecchi criceti mi ha insegnato che possono convivere tranquillamente, allora feci l'errore di tenerli sempre insieme e provocare troppe gravidanze, ma stavolta ci starò attento senza alcun dubbio, se poi inizieranno a litigare(cosa che da una settimana che li ho ancora non hanno fatto) li separerò senz'altro dato che ho altre due gabbie a disposizione per quanto riguarda il pet-shop non ho dubbi sul trattamento che riservano ai criceti perchè li conosco da una vita e sono anche amici di famiglia. Per curiosità chi di voi ha mai avuto due criceti insieme nella stessa gabbia da quando sono cuccioli?

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Ma sono fratelli? Comunque vorrei sapere COME farai a prevenire le troppe gravidanze. Ho capito che dei cuccioli non te ne frega nulla (saranno anche amici di famiglia, ma credi veramente che possano rifiutarsi di vendere un criceto come regalo o a qualcuno che lo vuole per il figlioletto, magari un una mini gabbia? :lol:), ma almeno dei tuoi qualcosina dovrebbe fregartene :)

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Semplice...dopo la prima gravidanza provvedo ad ampliare la gabbia e dividerli con una rete di acciaio zincato,in questo modo non possono più avere cuccioli fin quando non levo la rete,dato che devono passare almeno 3-4 mesi tra le cucciolate non sarà difficile evitare lo stress della femmina.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

quante volte lo abbiamo ripetuto, credo fino alla nausea.

credo che neppure gli importi del fatto che il maschio sentirà l'odore della femmina a vita e viceversa, e avrà due criceti stressatissimi per la troppa voglia di accoppiarsi.

è come far vivere un uomo e una donna separati, che non possono mai incontrarsi.

e tutto questo perchè ogni 3-4 mesi vuoi far far loro dei cuccioli. bell'allevamento intensivo, spero almeno ti frutti qualche soldino...

io capisco che i precedenti criceti non si ammazzassero, ma perchè è stato un caso. sapendo che sono così asociali per natura, è anche difficile stare lì col fucile puntato 24h su 24 per evitare che si azzannino.

ho letto di molti esempi di felici convivenze, ma tra maschio e femmina è proprio sconsigliato proprio per via delle gravidanze. ma poi dico, con tutti i criceti che ci stanno al mondo... farne altri...

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Ma perché rischiare? Se si ammazzano la notte e non li senti che fai? Non è meglio tenerli subito divisi, scusami? :huh:

Se sono animali territoriali che bisogno c'è di tenerli assieme? E un motivo in più per tenerli da subito separati è proprio quello di possedere già altre gabbie.

Certo che queste decisioni proprio non le capisco...

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

ma scusa magari tu hai avuto brutte esperienze e parli così...ma se io ho già avuto criceti che sono stati bene insieme perchè separarli così prematuramente? ci stò attento che sia chiaro, ogni due o tre ore vado a controllare che non si siano feriti o abbiano fatto manfrine e per ora va tutto liscio, appena vedrò che le cose non vanno non esiterò un attimo a collegare le altre due gabbie con un tubo e separare il maschio dalla femmina! intanto ora dormono raggomitolati nella tana uno appoggiato all'altro v.v questò atteggiamento mi sà che per ora smentisce le vostre ipotesi'appena vedro comportamenti strani vi informerò senz altro v.v

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

E poi ti sembra normale che un criceto faccia cucciolate per tutta la sua vita a intervalli di 3 mesi -.-''??

E i negozianti staranno attenti a chi dare i cuccioli? Con la crisi che c'è un negoziante non si ferma a vedere se il tipo è competente, se ha la gabbia giusta ecc.ecc ;)

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

No, non ho avuto nessuna brutta esperienza, infatti tengo il mio criceto da solo, dato che più volte ci sono stati spiacevoli casi -in questo stesso forum- in cui uno dei due è morto o è rimasto lesionato. Quello che non capisco è perché in tanti vogliono a tutti i costi tenere due criceti assieme, quando questi non soffrono la solitudine. Inoltre mai fidarsi dei negozianti, che siano amici di famiglia o meno, chi lo sa, magari un allevatore di serpenti acquista tutti i criceti che egoisticamente sono stati "sbattuti" in negozio. Forse alcuni non si rendono conto delle centinaia di cucciolate in cerca di casa, della fatica che fanno le associazioni e tante persone dal gran cuore per trovare adottanti su cui porre fiducia. Dopo il parto il maschio va separato dalla madre ed a un mese di vita tutti i cuccioli vanno separati in gabbie diverse. Senza contare lo sforzo economico, risulterebbe molto difficile accasare tutti i criceti.

Spero tu sia sicuro di ciò che fai...

p.s sono winter white standard.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

...Guarda che il criceto in natura ha cuccioli più o meno con quegli intervalli o,o perciò avevo pensato di comportarmi così, in questo modo poteva comportarsi più o meno come in natura...adesso stanno insieme,dopo la prima cucciolata li separo e vivono divisi fin quando non sarà il tempo...in natura un criceto vive solo nella sua tana poi quando sue individui si incontrano durante l'estro si accoppiano e poi si dividono o,o più naturale di così o,o credo sia meglio trattarli in modo naturale che come esseri umani

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Come potrei non quotare Cricetina13. E per evitare che tu cambi argomento

E poi ti sembra normale che un criceto faccia cucciolate per tutta la sua vita a intervalli di 3 mesi -.-''??

E i negozianti staranno attenti a chi dare i cuccioli? Con la crisi che c'è un negoziante non si ferma a vedere se il tipo è competente, se ha la gabbia giusta ecc.ecc

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
...Guarda che il criceto in natura ha cuccioli più o meno con quegli intervalli o,o perciò avevo pensato di comportarmi così, in questo modo poteva comportarsi più o meno come in natura...adesso stanno insieme,dopo la prima cucciolata li separo e vivono divisi fin quando non sarà il tempo...in natura un criceto vive solo nella sua tana poi quando sue individui si incontrano durante l'estro si accoppiano e poi si dividono o,o più naturale di così o,o credo sia meglio trattarli in modo naturale che come esseri umani

IN NATURA FEMMINA E MASCHIO HANNO IL PROPRIO TERRITORIO!

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
...Guarda che il criceto in natura ha cuccioli più o meno con quegli intervalli o,o perciò avevo pensato di comportarmi così, in questo modo poteva comportarsi più o meno come in natura...adesso stanno insieme,dopo la prima cucciolata li separo e vivono divisi fin quando non sarà il tempo...in natura un criceto vive solo nella sua tana poi quando sue individui si incontrano durante l'estro si accoppiano e poi si dividono o,o più naturale di così o,o credo sia meglio trattarli in modo naturale che come esseri umani

Trattarli come umani? E quando mai :D li trattiamo con rispetto, il che è diverso. In natura i cuccioli NON finiscono dal negoziante, i fratelli non si accoppiano e i criceti non stanno in terrari di 2500 cm quadri con 10 cm di lettiera, beverino e ruota, con i semini nella ciotola :D. In natura i criceti muoiono presto, vengono predati, si ammalano, muoiono di fame, muoiono di fatica. Questo ragionamento è deleterio, fare le cose come la natura è impossibile e, in ogni caso, non è sempre la scelta migliore per il criceto. :)

Tra l' altro se in natura vivono da soli e si accoppiano quando la femmina è in estro perché li tieni insieme?

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Visto che sei deciso a far accoppiare i tuoi criceti, ti lascio qualche informazione utile. Ulteriori dettagli al link riportato in calce.

Riproduzione, parto e cura delle cucciolate

Non c'è avvenimento più bello nella vita che veder nascere dei cuccioli, questo vale per tutti gli animali. Per quanto riguarda i criceti ci sono alcuni importanti accorgimenti da prendere se si vuol far figliare le proprie coppie, accorgimenti che devono essere seguiti alla lettera per non incappare in errori molto spesso fatali per i cuccioli e talvolta per i genitori stessi.

Nel momento in cui si decide di accogliere nella propria casa coppie di criceti (maschio e femmina) e si permette loro l'accoppiamento, è fondamentale essere a conoscenza di alcune importanti informazioni:

Winter White / Campbell

- Convive con altri criceti dello stesso sesso e del sesso opposto, ma è sconsigliato.

- In gestazione, il maschio può convivere con la femmina.

- Il maschio non può convivere con una femmina gravida.

- Poco prima della nascita dei piccoli, il maschio va separato.

- Al 30° giorno di vita, i cuccioli vanno separati dalla madre per evitare lotte.

PRIMA FASE: L'ACCOPPIAMENTO

Prima di far accoppiare i propri criceti, di qualunque specie siano, occorre essere pronti ad alcune importanti conseguenze:

- la collocazione del maschio in un'altra gabbia nel caso la femmina non lo accetti

- la collocazione di tutti i cuccioli al termine dello svezzamento

- un maggior impiego di spazio, finanze e tempo

Se quindi si è decisi e si vuole procedere, tener conto che ogni esemplare ha le proprie esigenze, e, a seconda della specie, vi sono accortezze da prendere per evitare di ritrovarsi in situazioni poco gradevoli.

PHODOPUS SUNGORUS (Criceto Siberiano o Winter White):

MASCHIO

Sviluppo sessuale: dal 30° giorno di vita in poi

Attivo sessualmente: dal 30° giorno

Età corretta per l'accoppiamento: dal secondo mese di vita in poi

Termine età da accoppiamento: 18 mesi di vita

Sterilità: non sempre si presenta

FEMMINA

Sviluppo sessuale: dal 35° giorno di vita in poi

Attivo sessualmente: dal 30° giorno

Età corretta per l'accoppiamento: dal terzo mese di vita in poi (non oltre il quinto)

Termine età da accoppiamento: 12 mesi di vita

Sterilità: possibile da 12 o più mesi di vita, non sempre si presenta

Una coppia di Winter White può convivere nella stessa gabbia (purchè questa sia sufficientemente spaziosa), anche se la cosa è sconsigliata in quanto non si ha sempre la possibilità di osservare il buon andamento della convivenza e l'accoppiamento in sè, visto che questo avviene solitamente durante le ore notturne quando i criceti sono più attivi. Talvolta può essere veramente difficile stabilire se la femmina sia incinta oppure no, sprattutto se la cucciolata non è numerosa. In questo caso uno dei segni che si può osservare sarà una certa irrequietezza della femmina, associata alla tendenza ad accumulare maggiori scorte di cibo.

Lo sforzo che una femmina compie per partorire ed allattare i piccoli (che variano dal singolo esemplare a un massimo di 18 elementi) è veramente notevole ed è quindi necessario consentirle un periodo di riposo che è quantificabile in circa 3 mesi ed oltre, per riprendere in pieno le forze. Bisogna inoltre considerare che, successivamente ai 13 mesi, la maggior parte di esemplari diventa sterile ma anche se ciò non fosse è sconsigliabile consentir loro di avere altre cucciolate in modo da non metterne a rischio salute e vita.

L’alimentazione in questo delicato periodo deve essere completa e abbondante, soprattutto ricca di proteine.

Per entrambe le specie vige la regola che la coppia non deve essere composta da fratelli o consanguinei, ed inoltre è fondamentale che la specie che si sta facendo riprodurre sia la stessa. Se non se ne ha l'assoluta certezza, evitare di far accoppiare i due criceti.

SECONDA FASE: LA GESTAZIONE

Dopo l'accoppiamento di qualsiasi specie di criceto, sarebbe opportuno procedere con l'allontanamento del maschio (se questo convive con la femmina). Non è una prassi, ma sarebbe meglio seguire questo consiglio soprattutto se non si ha il tempo di monitorare costantemente l'umore della femmina e la sua intenzione di volere o meno il maschio con sè. Due o tre giorni prima del parto la femmina potrebbe infatti tendere ad allontanare il maschio dal proprio nido; questo è di solito il momento propizio per dare una pulita generale alla gabbia (che poi non dovrà essere più pulita per circa 3 settimane), e rifornire la futura mamma di molto cibo e materiale per la costruzione del nido (o dei nidi, spesso ne costruiscono più di uno): carta igienica a volontà, fieno ed eventualmente pezzetti di stoffa non lanuginosa se la temperatura della stanza non è di almeno 22 gradi.

La gestazione, in media dura dai 15 al massimo 18 giorni, ma solo pochi giorni prima del parto se ne vedranno gli effettivi segni: la pancia della femmina apparirà rigonfia sui lati, piatta sull’addome e di soda consistenza (evitare di schiacciarla per sentire la presenza dei cuccioli).

L'alimentazione della futura mamma dovrà essere composta da: proteine (tuorlo d'uovo sodo, tonno al naturale, pezzetti di carne di pollo bollita, croccantini per gatti alla carne) inoltre frutta, verdura come di consueto non fredde ed in quantità tali da essere consumate fresche ogni giorno.

E' possibile che durante la gestazione si noti del pelo sul fondo della gabbia. Spesse volte la femmina si strappa alcuni ciuffi di pelo per imbottire il nido e renderlo più caldo in vista dei cuccioli.

TERZA FASE: IL PARTO

Il parto avviene solitamente nelle ore notturne e dura da qualche minuto a circa un'ora a seconda del numero dei cuccioli che devono nascere. La madre mangerà le placente dopo averle spezzate con i denti per consentire l'uscita dei cuccioli e dopo aver reciso il cordone ombelicale. I cuccioli nascono nudi, ciechi e non completamente formati ed inizieranno immediatamente a succhiare il latte dalla loro madre. Durante il parto è possibile che la femmina perda qualche goccia di sangue e sporchi il materiale che ha utilizzato per costruire il nido. Solo se strettamente necessario, con estrema cautela sarà possibile rimuovere dal nido il materiale sporco con l'aiuto di una pinzetta.

E' di vitale importanza non toccare mai e per nessun motivo i cuccioli appena nati fino a quando non saranno totalmente svezzati, evitare inoltre di avvicinarsi insistentemente alla gabbia e cercare di garantire a madre e cuccioli un ambiente della casa silenzioso, in penombra e senza la presenza di nessun altro animale.

Attenzione: le femmine di criceto dorato sono più sensibili a queste particolarità, è quindi opportuno non tentare la fortuna toccando i cuccioli o disturbando la madre. Se si sentono minacciate, le femmine uccidono anche tutti i loro piccoli in segno di difesa. E' una credenza popolare quella che il maschio uccide i cuccioli, è sempre la femmina che li uccide solo se si sente in pericolo. Nella maggiorparte dei casi non resta segno dell'uccisione dei cuccioli, la madre farà scomparire l'intero corpo e non lascerà tracce di sangue per non attirare possibili predatori verso i cuccioli superstiti.

Le gabbie migliori dove consentire un parto in tutta tranquillità sono quelle in plexiglass senza la presenza di sbarre. I cuccioli sono molto piccoli ed a pochi giorni dal parto potrebbero già tentare la fuga attraverso sbarre o feritoie. Togliere dall'interno della gabbia tunnel, ruote, ripiani alti, soppalchi nonchè eventuali ciotole di acqua.

QUARTA FASE: LO SVEZZAMENTO E LA SEPARAZIONE

I cuccioli gradualmente inizieranno ad assaggiare ciò che la madre ha stivato all'interno del nido. Sarebbe preferibile far avere un croccantino al giorno (per gatti) ad ogni piccolo, frutta e verdura sempre disponibili in piccole dosi, e latticini a scelta, sempre somministrati con parsimonia.

Il mix di pellettato deve esse composto da semi di piccole dimensioni, in modo da facilitare i primi utilizzi delle sacche guanciali, e ovviamente, di alta qualità.

PHODOPUS SUNGORUS (Criceto Winter White o Siberiano)

*all'8° giorno è possibile distinguere con certezza il colore dei piccoli

*al 14° giorno gli occhi saranno definitivamente aperti

Peso alla nascita: 1/2gr

- dopo cinque giorni: 4gr

- dopo dieci giorni: 6gr

- dopo quindici giorni: 14gr

- dopo venti giorni: 22gr

- dopo venticinque giorni: 26gr

QUANDO DIVEDERLI

Il momento della separazione deve essere il meno traumatico possibile per madre e cuccioli.

Questo atto varia da esemplare a esemplare: spesso capita che non tutti i piccoli siano allo stesso sviluppo ed è quindi consigliabile dividere gli esemplari meno autonomi in un periodo successivo (considerando però che non sarà possibile reinserire i ritardatari tra i fratelli).

Comunque, onde evitare distacchi prematuri o tardivi, è sempre consigliabile attendere il momento in cui la madre non sarà più disposta ad allattarli, controllando con attenzione che essa non dimostri segni di nervosismo nei confronti dei piccoli o presenza di ematomi e arrossamenti nelle mammelle, evitando di andare oltre al 30esimo giorno e separandoli per sesso non più di una settimana dopo.

Fonte: http://www.ziprar.com/index.php?pid=68

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Sono d'accordo con Peanut. Inutile fare un ragionamento del tipo: "se l'animale è libero in Natura, perché in cattività deve stare in gabbia?... "

Dato che qui si ragiona così, beh...

In Natura si incontrano solo per l'accoppiamento, quindi dovresti tenerli separati fino alla giusta età e quando la femmina ha l'estro.

In Natura sono animali liberi, ma per un motivo molto ovvio in cattività li teniamo in terrari o gabbie, per il semplice fatto che non sopravviverebbero. Rischierebbero di essere involontariamente pestati, di rosicchiare fili elettrici e quant'altro... inoltre se una gabbia è di dimensioni più che adeguate l'animale non soffre, così come non soffre a stare senza un compagno; soffre molto di più avendo perennemente un "intruso" nel suo territorio.

Calcolando inoltre che in negozio non li devi portare, riuscirai a procurarti tutte le gabbie, nonostante ne possano nascere anche una dozzina? Riuscirai a trovare tutti gli adottanti?

E' difficile e riuscire badare a tante creaturine non è da tutti. Leggiti un po' la sezione "Offro" qui sul forum, vedrai che mettere in coda nuovi piccoli da accasare è inopportuno.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

beata innocenza.

beh, buon lavoro con la ricerca dei tremila adottanti.

perchè nei negozi ho visto situazioni allucinanti, tipo fratellini ammassati che litigavano di continuo, c'è gente che afferma di aver visto criceti anche morti. non fatico a crederci.

inutile dire che concordo con le opinioni dei miei colleghi di scuola di pensiero.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Cari sostenitori della filosofia del criceto eremita v.v mi sono documentato un pò ed eccovi un articolo interessante che sostiene l'opposto della vostra tesi, tuttavia credo che comunque in ambienti stretti la convivenza sia ugualmente impossibile, ma con un bel terraio grande nulla impedisce aq due individui di vivere in pace e tranquillità v.v

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Sarei interessata all' articolo :D voglio proprio vedere se consiglia di tenere i criceti separati con una rete zincata in uno spazio di 50x25... il tuo terrario non è grande, è di dimensioni adatte ad UN esemplare. Comunque spero che il tuo allevamento ti frutti i tuoi bei soldini ;)

PS il fatto che cedere i criceti al negozio sia illegale non ti tocca? E il futuro dei piccini?

Intanto io ti linko questo:

http://hamstergehege.blogspot.com/2010/03/...en-wie-ein.html

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

e comunque smettila con stà storia dei soldi...stai farneticando,io li do al negozio in caso nn trovi padroni per l'adozione...di sicuro starebbero meglio al negozio che rammucchiati divisi x sesso in due gabbie 40 x25, e comunque per la tua felicità già ho due futuri padroni a cui affidare i miei futuri piccoli, sempre se ci saranno e quando ci saranno...intanto per smentirvi ancora oggi i miei ronfo e pilla ( ho trovato un nome a entrambi) si pulivano a vicenda la pelliccia v.v tiè

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

A parte che la povera criceta è troppo piccola per partorire. Non è obbligatorio far nascere i cuccioli, al negozio finirebbero male dato che nessuno si informa su questi animali, e farli nascere sapendolo è egoistico. Comunque l' Avanzi lasciala perdere, conosce bene le malattie ma sul resto non è per neinte ferrata, ho il suo libro e dà molto consigli errati. Leggi il mio, di articolo ;)

Ripeto, il terrario è piccolo per una convivenza, non sei informato né preparato, fossero due criceti dello stesso sesso ti direi di provare se puoi tenerli sempre sotto controllo, ma dato che son maschio e femmina, e che i loro cuccioli finiranno malissimo (e tu fai una cosa ILLEGALE) evita.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

con quel "leggi il mio di articolo" non credi di essere un pò presuntuoso?...non sei affatto un veterinario, l'esperienza molte volte non basta...per quanta tu ne possa aver fatta a soli 16 anni...e con un solo criceto posseduto...

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Quell'articolo scrive più menzogne di quanto immaginassi, oltre che nella foto c'è un winter white, non un russo. Sono animali territoriali, non possono convivere, non stanno bene insieme! Solo rare volte in cui convivono fin da piccoli non succede nulla, ma vuoi far rischiare loro la vita? In negozio non li devi portare, non ne sanno una mazza di criceti e i cuccioli rischiano di finire in cattive mani.

Io questa situazione non la prenderei con ironia. Chi si prende tali responsabilità doveva informarsi prima, e se ti fossi informato bene i tuoi criceti non sarebbero assieme in quel terrario in questo momento.

Quanti mesi hanno adesso? Lo sai che se si accoppiano quando sono troppo giovani questo comporterebbe il rischio della vita della madre? ... Mah.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
con quel "leggi il mio di articolo" non credi di essere un pò presuntuoso?...non sei affatto un veterinario, l'esperienza molte volte non basta...per quanta tu ne possa aver fatta a soli 16 anni...e con un solo criceto posseduto...

Ma ce la fai? Se non sei in grado di comprendere l' italiano non c' è bisogno di insultare me, piuttosto prenditela con i tuoi insegnanti, se mai ne hai avuti. Con "il mio articolo" intendevo, OVVIAMENTE, quello linkato da me.

Comunque con una persona dura di comprendonio come te è inutile discutere, si vede che te ne sbatti dei tuoi criceti. Sei pure irrispettoso della legge, ma tanto chissene frega, Pasquale SA! :lol:

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
mi sn informato più di quanto credi, hanno due mesi che sono già sufficienti per una gravidanza senza complicazioni.

A che serve aprire topic se non si accettano consigli? Spero di cuore che non succeda niente ai criceti, data l'egoismo con cui stai mettendo in gioco la loro vita.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Vi terrò aggiornati sull'andamento delle loro condizioni e vi dimostrerò che vi sbagliate v.v ogni settimana verrò e vi posterò foto e notizie e vedrete che nn sono egoista come mi descrivete, cerco solo di farli vivere bene e in coppia come è già capitato con i miei due vecchi criceti...e se nn ci riuscirò li separerò all'istante come ho già detto. e comunque state davvero farneticando voi e stò fatto di mettere in gioco la vita...basta un attimo a separarli se si hanno i mezzi, ho tutto il tempo del mondo x continuare a monitorarli come faccio già...il rischio di vita e nillo...e poi a quanto ho capito stò parlando con persone che non hanno mai avuto una coppia di criceti che convivono...

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
A che serve aprire topic se non si accettano consigli? Spero di cuore che non succeda niente ai criceti, data l'egoismo con cui stai mettendo in gioco la loro vita.

avrai pure l'età che hai ma ti stimo. questo per dire che l'età non c'entra un piffero.

direi che una parola è troppa e due sono poche.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Prima di compiere una scelta, si dovrebbe ascoltare serenamente e prendere in considerazione tutti i pareri, anche quelli opposti al nostro; leggere inoltre tantissime informazioni a riguardo, non prendere per buone solo quelle due righe che ci danno ragione.

In ogni caso, visto che i tuoi due criceti convivono da un po', la femmina è già probabilmente incinta; spero sinceramente che la gestazione, il parto e il resto vadano bene, data la giovanissima età della cucciola.

Detto questo, anche a me piacerebbe avere una coppietta per vedere questi animali interagire tra loro e crescere i "nipotini" (io li terrei tutti), però mi rompo le balls solo all'idea di dover separare a ogni tot i due, rimetterli insieme, dividere nuovamente (ammesso che si sopportino ancora!)... senza considerare poi che la coppia va divisa definitivamente dopo un anno perché eventuali altre gravidanze sono da considerare a rischio, data l'età avanzata.

In ultimo, ti invito pacificamente a moderare il linguaggio in quanto poco rispettoso nei confronti di chi s'è trovato il criceto ferito o morto per una convivenza non riuscita, e qui se ne son lette moltissime.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Ok etra...ma sai cosa mi infastidisce? che date per scontato che nn mi sn informato e che me ne frego dei miei criceti e dei futuri cuccioli solo perchè li tengo insieme...ma chi ve lo ha detto? apparte che ho già trovato tre futuri padroni, e ancora non so se è incinta...anzi probabilmente sn in letargo dato che per motivi di famiglia sono costretto a tenerli in un posto chiuso ma non caldissimo...poi vi posso garantire che ho aspettato ben due settimane prima di comprarli per essere pronto a ogni evenienza e a ogni difficoltà che si potesse presentare, già mi stò costuendo nuovi accessori e ho in proggetto un altro terrario più grande...per altro sono stato protagonista di una convivenza tra criceti che non è mai sfociata in liti violente e il primo dei due miei ex criceti è morto dopo 2 anni e mezzo da quando li avevo presi e l'altra dopo tre mesi dalla morte del primo...sapete tutti che è un età veneranda per due criceti quindi non saltate subito a conclusioni...se mi comporto così vuol dire che sò qualcosa di criceti e credo che sia brobabile una convivenza v.v

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
anzi probabilmente sn in letargo dato che per motivi di famiglia sono costretto a tenerli in un posto chiuso ma non caldissimo...

Innanzitutto, i criceti non vanno in letargo perché il loro corpo non è predisposto per l'accumulo di riserve di grasso, possono però entrare in uno di stato d'ibernazione temporanea quando la temperatura è troppo bassa (sotto gli 8 gradi, se non ricordo male): in parole povere, rallentano tutte le funzioni vitali (cioè battito e respiro, intanto la temperatura si abbassa) ed entrano in un sonno profondissimo - tanto da sembrare morti - dal quali si risvegliano di tanto in tanto per procacciarsi il cibo.

In genere, si sconsiglia di tenere i criceti a temperature troppo basse prima di tutto perché in ambiente domestico è probabile che non si risveglino più dallo stato di ibernazione, mancando tutte quelle condizioni naturali che regolano correttamente il ciclo vitale dell'organismo; in secondo luogo, gli esemplari domestici sono di salute più cagionevole rispetto a quelli selvatici perché frutto di incroci tra specie diverse (nel caso di winter white e campbell) e dell'accoppiamento tra molteplici generazioni di consaguinei. Quest'ultima è un ulteriore ragione che, ad esempio, dissuade me dall'idea dell'accoppiamento (dei criceti, eh!).

Tra l'altro, mi pare di capire che tu non possa tenere i criceti in casa, e mi permetto di obiettare che ciò è scorretto in quanto non puoi monitorare costantemente né lo stato di salute dei tuoi animali né la conduzione pacifica della loro convivenza. Non dico che tu debba smettere di studiare/lavorare/dormire, ci mancherebbe! :D Intendo che ad averli in casa è più facile notare tempestivamente se qualcosa non va.

Prendi queste osservazioni come consigli per migliorare la vita dei tuoi animali e non come offese alla tua gestione.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

capisco comunque li tengo in uno sgabbuzino che dà sul terrazzo di casa mia ( è totalmente chiuso da mura ma dato che la porta è spesso aperta non fa caldo come in casa).La porta dello sgabbizino stà a 3 metri dalla porta di camera mia xD tranquillo stò più nello sgabbuzino che quì da quando li ho presi xD per ovviare al freddo comunque ho tagliuzzato dei pezzetti di stoffa che hanno unato per imbottire ancora di più la tana così stanno un pò più al caldo...in ogni caso sono animali abituati a temperatuche ke arrivano a -25 gradi quindi non credo ne soffrano più di tanto no?

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto mi riguarda, mi fido poco della stoffa: al pari del cotone per criceti, erroneamente considerato sicuro, potrebbe sfilacciarsi e incastrarsi attorno alle zampine, e se ingerita può causare occlusioni intestinali. La carta bianca non profumata e non colorata è molto più sicura ed ugualmente calda, tanto più se arricchita da fieno verde e fresco, che funge da isolante termico e dà un'aspetto più naturale all'habitat. Perdonami, non ho il tempo di riguardare le foto e non ricordo che materiali stai usando, quindi magari hai già il fieno.

in ogni caso sono animali abituati a temperatuche ke arrivano a -25 gradi quindi non credo ne soffrano più di tanto no?

Sono sicuramente animali che sopportano meglio il freddo rispetto al caldo. Ti invito, tuttavia, a rileggere più attentamente il mio precedente post, dove spiegavo che sotto gli 8°C - o erano 5°? Mannaggia, non me lo ricordo mai! - il loro corpo va in ibernazione (fonte: veterinari esperti in esotici). Dove hai trovato la notizia dei -25°? A rigor di logica, i -25°C sono un estremo che sicuramente non possono tollerare, a meno che a qualcuno non piacciano i ghiaccioli al criceto. Io preferisco il caro e vecchio Liuk al limone con lo stecco in liquirizia! :lol:

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

in quella camera fanno circa 12 gradi quindi dovrebbero stare bene, ricordo di aver letto che in siberia ci sn temperature che arrivano a -25° e che loro le sopportano...poi nn sò...comunque no il fieni nn l'ho comprato...per adesso solo trucioli però ora che ho saputo questo lo comprerò al più presto v.v oggi vedo di andare da conad a prenderne una busta nel reparto animali v.v e ora vado a levare la stoffa e a rimettergli la carta igenica nuova così evito guai v.v già che ci sn...il mio mangime nn ha semi di girasole...mi consigli di comprarne un pò per darglielo tipo come premio quando fanno qualcosa di carino o magari da aggiungere in quantità moderate al mangime?

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie alexvanian ^_^

se mi comporto così vuol dire che sò qualcosa di criceti e credo che sia brobabile una convivenza v.v

in ogni caso sono animali abituati a temperatuche ke arrivano a -25 gradi quindi non credo ne soffrano più di tanto no?

Vedo che ti sei informato per bene. Prova a tenere il criceto ad una temperatura simile, vedrai che te ne sarà grato.

12° sono pochi, già a temperature inferiori a 16-17° i criceti iniziano a soffrire di ipotermia.

Sei anche pronto ad acquistare una dozzina di gabbie in caso i cuccioli fossero numerosi?

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Sì, ma dovrai pure tenerli temporaneamente da qualche parte mentre aspettano di essere adottati, o mi sbaglio?

E riguardo alla temperatura come pensi di fare?

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
in quella camera fanno circa 12 gradi quindi dovrebbero stare bene, ricordo di aver letto che in siberia ci sn temperature che arrivano a -25° e che loro le sopportano...poi nn sò...

e qui intervengo io, vivo in una città dove raggiungiamo tranquillamente i -27 d'inverno.

e ti assicuro che anche quando facevano +3 gradi, i miei amici finlandesi morivano di freddo e tremavano. e loro hanno la possibilità di mettersi scarponi, cappottoni e sciarpone.

mi sono permessa di rotolarmi nella neve solo dopo la sauna a 110 gradi in lapponia.

vogliamo portare i criceti n sauna?

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
12° sono pochi, già a temperature inferiori a 16-17° i criceti iniziano a soffrire di ipotermia.

Ma che stai a di'!? :huh:

La temperatura ideale dell'ambiente è tra i 18°-22° C (copio da Zip&Rar), temperatura "ideale" non significa che se sgarri di 1°-2° vanno automaticamente in ipotermia. Sono d'accordo che 12° di media giornalieri siano pochi perché, se l'ambiente non è riscaldato (come mi pare di capire), di notte la temperatura si abbassa molto di più. Però non spariamo baggianate!

ricordo di aver letto che in siberia ci sn temperature che arrivano a -25° e che loro le sopportano...

In realtà, nelle profondità del terreno (dove i criceti costruiscono le tane) la temperatura è diversa rispetto a quella che c'è in superficie. Tra l'altro, si parla di Siberia meridionale, area caucasica e kazaka, cioè una fascia climatica ben diversa rispetto alla Siberia settentrionale. Ancora, stiamo parlando di animali nati e cresciuti in cattività da generazioni, quindi assolutamente incomparabili coi loro parenti selvatici.

il mio mangime nn ha semi di girasole...mi consigli di comprarne un pò per darglielo tipo come premio quando fanno qualcosa di carino o magari da aggiungere in quantità moderate al mangime?

Certo che puoi comprarli, però ti consiglio di darne solo qualche seme al giorno come premio.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Le stesse informazioni le ho prese da Ziprar, etra. :P

E' ovvio che a un grado in meno il criceto non cada in ipotermia, ma 12 gradi mi sembrano comunque pochini.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

e comunque hai detto una gran boiata...in siberia nemmeno in estate si raggiungono i 16 gradi in alcune zone...loro vengono da lì...con la folta pelliccia che hanno resistono con pochi problemi a temperature anche prossime allo zero...al contrario non sopportano temperature sopra i 30 gradi dato che la loro folta pelliccia li fa andare facilmente in ipertermia...cito wikipedia:"La Siberia è caratterizzata da un clima continentale, con estati brevi e calde o talvolta con episodi di caldo decisamente accentuato ed inverni molto lunghi ed estremamente rigidi: le temperature possono scendere non di rado al di sotto dei -50 °C"

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o entra per commentare

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Registrati alla nostra comunità , è facile!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×